Giuseppe Bruno Eight, il rap della fede e della speranza

“Vai procedi pure, vai procedi ora, tanto cara vita io mi rialzo ancora. Lo so che vuoi colpirmi, lo so che puoi ferirmi, tu sai che sono fragile, un tuo bersaglio facile. Son troppe ormai le volte che tu mi hai raso al suolo e che io dalle mie macerie poi mi son rifatto solo. Ma ora basta divertirti, ora voglio il tuo rispetto, per colpa dei tuoi giochi ho una cicatrice in petto”. Continua a leggere