Bertram Niessen, come mangiare oggi con la cultura?

“Per quanto in modo distorto e difficile, in Italia un po’ di soldi continuano a girare sulla cultura, però è anche vero che finiscono spesso nei posti sbagliati; se pensi al settore dei beni culturali, finiscono molto spesso in progetti di conservazione del patrimonio, ma molto meno spesso in progetti di valorizzazione. Continua a leggere

Maurizio Giuca, la musica come cura per la mente

Ci sono cose, nella vita di ognuno di noi, che ci appaiono come un rifugio, come una zona di comfort all’interno della quale ci sentiamo liberi di essere noi stessi al cento per cento, senza maschere né inibizioni di sorta. Tra queste vi è senza dubbio la musica: ognuno è libero di ascoltare quella che più gli piace, che meglio lo rappresenta, che sente appartenergli davvero. Continua a leggere

Stefania Cattaneo, il calcio al femminile non è solo bellezza

Quante volte abbiamo guardato programmi sportivi allietati dalla presenza in studio di splendide donne? Sicuramente molte. La televisione infatti ci ha abituato da anni alla figura della valletta, ragazza tendenzialmente giovane e bella deputata spesso e volentieri a semplici sorrisi e brevi interventi che fungano da intermezzo nel corso di accese discussioni, dando quel tocco “rosa” necessario a stemperare gli animi. Continua a leggere

Igor Cassina, il futuro di una leggenda oltre la sbarra

Una vita passata a volteggiare sulla sbarra, un palmares ricco di trofei, una voce nell’enciclopedia della disciplina che porta il suo nome. Tutto questo e tanto altro è Igor Cassina, “Bilo” per gli amici, ginnasta brianzolo che tra la seconda metà degli Anni ’90 e i primi Anni 2000 ha fatto sognare il mondo sportivo italiano a suon di avvitamenti. Continua a leggere