Ginny Chiara Viola, le stelle senza trucco

C’è chi in famiglia lo ascolta tutte le mattine, tra i nostri amici c’è sempre qualcuno che ne parla per valutare le personalità altrui, e chi di noi non ha mai detto almeno una volta nella vita di “avere la luna storta”? L’oroscopo fa parte della nostra vita quotidiana, che ci si creda o meno. Continua a leggere

Isola Libri, la realtà di una libreria indipendente

“Tu hai davvero bisogno di un libro”. Così recita un cartello dalla scritta inequivocabile appeso sulla porta a vetri dell’ingresso. Ci troviamo a Isola Libri, piccola libreria indipendente nel cuore del quartiere Isola a Milano. Tra gli scaffali ricchi di romanzi e libri di ogni genere si nascondono la passione e il lavoro quotidiano di Elena, ragazza venticinquenne appassionata di letteratura per l’infanzia, e sua mamma Laura, grande amante della lettura e ottima dispensatrice di consigli. Continua a leggere

Jeffrey Jey, viaggio nel mondo degli Eiffel 65

A volte il caso gioca un ruolo fondamentale nelle nostre vite. Talvolta sono delle piccole coincidenze a cambiare il corso degli eventi e portare a risultati inaspettati e dirompenti. In questa storia sono state proprio una serie di coincidenze a portare alla luce i frutti del grande lavoro di tre talenti che, nel ritrovarsi a lavorare insieme quasi per caso, hanno dato vita a qualcosa di unico nel suo genere. Continua a leggere

Jvonne Giò, una vita nel mondo dello spettacolo

“Da grande voglio fare l’attore”. A quanti sarà capitato di pensarlo? In quanti, da piccoli, lo avranno detto ai propri genitori? E a quanti sarà capitato, anche solo per scherzo, di improvvisare una scena del proprio film preferito davanti a uno specchio, fantasticando magari di essere il reale protagonista di quella scenetta? Ma come dice il proverbio, banale ma sempre attuale, “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”. Continua a leggere

Cambio Passo, quando i cittadini accolgono i migranti

Questa storia parte da Milano, esattamente dal quartiere di Porta Venezia, anche se le radici dei suoi protagonisti hanno origini ben più lontane. Siamo nel maggio 2013. Passando per il quartiere si possono vedere migranti, eritrei e non, che a ogni ora del giorno sono fuori all’aperto, in attesa. C’è chi passeggia senza una meta, chi resta seduto, chi si sdraia sui gradoni di una chiesa, aspettando che venga distribuito un piatto caldo. Continua a leggere

Giovanni Zoppoli, la ricerca pedagogica e il Mammut di Scampia

Ci troviamo a Scampia, 10 chilometri a nord del centro di Napoli. Qui, nell’estrema periferia del capoluogo campano, il quadro sociale è storicamente drammatico. Il quartiere, costruito tra gli Anni ’70 e i primi Anni ’90, è stato uno degli scenari più sanguinosi delle recenti guerre di camorra. Le strade, per decenni, hanno ospitato i traffici illegali della criminalità organizzata, rendendo la frequentazione di alcune zone estremamente pericolosa. Continua a leggere

Luca Caputa, noi Sentinelli in cerca di diritti e laicità

“Deve cadere questo velo di ipocrisia e devono essere fatte leggi dove la libertà individuale e la libertà di scelta vengano messe al centro. Perché questo non toglie nulla a nessuno, qui nessuno vuole imporre qualcosa a qualcun altro, deve semplicemente vigere la libertà individuale della persona. Se io fossi libero di decidere come morire, come amare e come nascere, non toglierei nulla a te che hai idee diverse dalle mie, tu continueresti a essere libero di pensare e vivere come meglio credi”. Continua a leggere